Scritto da Cristina Rampado di “CriinViaggio

Ricordi d’infanzia

Quando ero piccola, e si andava al mare in giornata, mia madre preparava meticolosamente il pranzo da consumare sotto l’ombrellone. Non sto parlando di panini per un pranzo veloce, a ma qualcosa di più elaborato che spesso la impegnava quasi tutto il pomeriggio del giorno prima. I risultati erano dati da quello che l’orto regalava o dall’ingegno ispirazionale che lei aveva in quel momento. Ne nascevano paste fredde, insalate di riso, pasta e fagioli, frittate e frutta, tanta frutta. So che vi state chiedendo: “Ma le zuppe dove le metteva?” Avevamo un contenitore thermos che teneva in caldo il pasto, e veniva poi servito in piatti non usa e getta, ma di melamina, quindi lavabili e riutilizzabili.

Diventata grande…

Erano altri tempi direte, io penso che sia una semplice questione di organizzazione e soprattutto la voglia di mangiare sano anche fuori casa. Negli anni, diventando grande anch’io, e dovendo a mia volta preparare i pic nic per mio figlio, ho sempre cercato di organizzarmi al meglio durante le gite fuori porta e in viaggio, anche se spesso i panini si sono sempre rivelati una veloce soluzione; è anche vero che la schiscetta è tornata di moda, quindi ben vengano anche le piccole porzioni di cibo cotte il giorno prima: abbasso cibi unti e poco salutari comprati all’ultimo minuto al bar vicino all’ombrellone.

Noi, viaggiando spesso in giro per il mondo, non possiamo prevedere manicaretti da portarci in spiaggia durante le giornate al mare. Ci affidiamo, quindi, alla cultura del luogo dove ci troviamo, acquistando prodotti locali nei take away, nei mercati o nei supermercati. La frutta non deve mancare mai assieme all’acqua, perché idratarsi è la regola principale sotto il sole.

Dal mar Adriatico a quello Indiano passando per l’Oceano Pacifico ecco i migliori pranzi consumati con i piedi sulla sabbia. Se pensate che sia sempre troppo presto far provare cibi stranieri ai vostri bambini vi sbagliate. Impareranno che ci sono vari sapori oltre a quelli abituali e avranno meno problemi ad assaggiare nuovi piatti in giro per il mondo.

Maldive

Riso, pesce e pollo sono alla base della cucina maldiviana, semplice e sana. Non molto varia effettivamente, ma gustosa soprattutto se accompagnata da frutta locale come il cocco e la papaya. Immaginate ora di mangiare il vostro pranzo in riva al mare su una lingua di sabbia con piccoli squaletti che nuotano vicino a riva… che ne dite?

Seychelles

L’oceano Indiana regala degli scenari unici, e le Seychelles ne sono un lampante esempio. Ah, la natura incontrastata da ammirare dalla spiaggia e dal mare. La cucina che è influenzata da diverse culture del mondo, rende l’offerta molto varia. In riva al male ho provato molte volte il take away che combina piatti esotici indiani ed asiatici con sapori piccanti dell’oriente: carne pesce riso e verdure, manioca, patate e frutto del pane. E poi la frutta che non può assolutamente mancare ed è facile trovarla lungo la strada in locali chioschetti.

Gargano-Puglia

Una focaccia, una manciata di taralli e una delle coste più belle dell’Italia, quella del Gargano. La semplicità del pomodoro e dell’olio d’oliva per un pic nic in spiaggia. Lo ricordo come uno dei più belli, e mio figlio è d’accordo. Il momento del pranzo, in qualsiasi posto ci si trovi, ha la sua immensa importanza, e renderlo goloso, salutare ed importante ha il suo perché.

Filippine

Nelle Filippine non si pranza solo in spiaggia, ma anche a bordo delle bangke, le tipiche imbarcazioni locali, durante i trasferimenti tra le piccole isole. Pesce sempre fresco cotto sulla griglia, carne e verdure non speziate ma di una semplicità e bontà uniche. La cucina Filippina parla dei sapori delle sue isole.

Mauritius

Il cibo a Mauritius è super buono: la cucina Creola è un tripudio di sapori speziati. Ricordo con piacere piatti di riso e pesce consumati sotto l’ombra della vegetazione in riva al mare. Il pranzo assume un altro sapore sotto la brezza marina, senza convenevoli e in piena libertà. Queste cose rimangono per sempre…

California

Per esperienza vi dico che trovare cibo sano in California non è poi così semplice. In fondo chi non mangerebbe un super burger accompagnato da patatine fritte? Io per prima, ma mangiarlo tutti i giorni non è molto salutare. Per fortuna esistono molti take away che cucinano al momento pesce, frullati di frutta, insalatone … a prova di Bay Watch!

Paese che vai cultura e tradizioni ti abbracciano: per me è la bellezza dello scoprire sapori nuovi. Troppo spesso ci lasciamo prendere dalla fretta e un panino risolve i problemi, mentre la calma e la scoperta di nuovi sapori rendono la giornata migliore, anche in spiaggia!

Ma tutto questo vale a 1.000 km di distanza come a 1, quindi non siate pigri, non abbiate timori, non bendatevi gli occhi; osate, provate, assaggiate nuovi cibi e solo dopo decidete se fanno per voi oppure no… Quindi, se fossi in voi, un “giretto” qui nello shop di MangioQui.it lo farei…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *