COS’E’ IL BRUNCH

Una rondine non fa primavera ma un brunch si!

L’aria più frizzante e le giornate più lunghe fanno venire voglia di stare all’aria aperta, di riscoprire e usare terrazze e giardini. Quindi, quale momento migliore per organizzare un brunch?

Ma andiamo con ordine, che cos’è?

E’ il pasto ideale per il week end, quando ci si svegliato troppo tardi per il latte e cereali ma è ancora troppo presto per la carbonara. Il termine stesso è un mix di BR-eakfast (colazione) e l-UNCH (pranzo) e venne coniato nel 1895 dallo scrittore Guy Beringer che lo definìcome un momento di allegria e socievolezza, “che ti mette di buon umore e spazza via le preoccupazioni e le ragnatele della settimana”.

ORIGINI

Nato nell’Ottocento in Inghilterra come buffet dolce e salato dopo le battute di caccia, l’usanza del brunch si è diffusa in tutto il mondo anglosassone come vero e proprio rito domenicale e da qualche tempo questa moda è arrivata anche da noi. Ogni week end o giorno festivo, quando non ci sono i ritmi frenetici della settimana e si può stare un po’ di più a letto, è potenzialmente l’occasione giusta per godersi un bel brunch home made o al bar, ma è anche un’ottima occasione per invitare a casa amici e parenti e organizzare un momento informale con un buffet dolce e salato.

COME SI PREPARA

Ma vediamo ora come organizzare un perfetto brunch di primavera e stupire i vostri ospiti!

La prima cosa da fare è pensare a un menù facile da realizzare, suddiviso tra preparazioni dolci e salate e che si può mangiare anche con le mani. Invitate i vostri amici tra le 11 e le 15 del sabato o, ancor meglio, la domenica per aver tempo il giorno prima di organizzare tutto.

Le preparazioni classiche prevedono:

  • uova: le vere protagoniste di ogni brunch che si rispetti. Le potete servire sode, alla Benedict, strapazzate con il bacon, o fritte.
  • pane tostato: non deve mai mancare sulla tavola del brunch e può essere abbinato a marmellate, confetture ma anche salumi e formaggi.
  • frutta fresca: indispensabile soprattutto nei brunch primaverili ed estivi. Si possono preparare sfiziose macedonie da accompagnare a yogurt e cereali.
  • torte salate: facili da preparare, economica e dal risultato assicurato: vi basteranno della pasta sfoglia, uova, verdure e formaggio. Perfetta da servire a fette o monoporzioni (usando lo stampo da muffin).
  • dolci: immancabili sono i pancake con sciroppo d’acero ma anche i classici della cucina anglosassone come muffin, cupcake e brownies, ma i vostri ospiti, in una versione più italiana, saranno felici di trovare anche cornetti, biscotti e crostatine.
  • bevande: via libera a succhi di frutta, spremute d’arancia, centrifughe, caffè americano, tè, latte ma anche vini freschi e leggeri soprattutto bianchi e rosè. Se volete stupire i vostri ospiti preparate dei cocktail a base di frutta fresca.
  • accompagnamenti: burro (anche salato e aromatizzato), yogurt, kefir e miele possono accompagnare i cibi dolci e salati del vostro menù brunch.

E LA LOCATION?

Vediamo ora come preparare la location del vostro brunch, parole d’ordine: informalità e colore. L’ideale sarebbe organizzare il vostro brunch di primavera in una terrazza o in un giardino ma qualsiasi luogo andrà bene, purché disposto e preparato correttamente. Predisponete un tavolo con tutto il necessario per il buffet in una zona ombreggiata o, se non disponete di molto spazio all’aria aperto, potete anche metterlo all’interno così le pietanze staranno al fresco. Rivestite la lunghezza del tavolo con tovaglie colorate e anche di diverse fantasie e mettete da una parte posate, piatti, tovaglioli e bicchieri, dall’altra le bibite e al centro le pietanze. Ad un’estremità potete aggiungere dei bidoni in cui raccogliere i rifiuti (anche questi meglio se colorati o di forme divertenti), così sarà più facile riordinare alla fine della festa.

Infine, giocate con dettagli creativi e date sfogo alla fantasia con piatti, posate e bicchieri allegri e spaiati così da dare una nota di spensieratezza e informalità all’atmosfera. Un modo divertente ed originale per stupire i vostri ospiti è quello, ad esempio, di usare i vasetti delle confetture per servire bibite e cocktail.

Disponete sedie, divanetti con cuscini e tavolini così che i vostri ospiti possano mangiare e conversare comodamente. Anche in questo caso sentitevi liberi di usare sedie di forme e colori diversi: daranno un tocco originale e shabby chic al vostro brunch.

Decorate il tutto con delle piante aromatiche e dei fiori di campo, magari piantati in vasetti di latta riciclati, e avrete un brunch primaverile perfetto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *