BANCHI COLORATI

E’ primavera: i banchi dei mercati si riempiono di colori e profumi, di frutta e verdura di stagione belli da vedere e buonissimi da mangiare, oltre che ricchi di proprietà!

Questa stagione ci offre tante primizie da includere nella nostra alimentazione quotidiana:  rispettando la stagionalità degli alimenti non solo si mangiano prodotti molto più gustosi e freschi ma si hanno anche dei benefici a livello salutare. Inoltre, grazie ad alcuni frutti o verdure possiamo preparare la nostra pelle all’estate e fare un leggero detox dopo il letargo dei mesi invernali. Un ottimo modo per prepararsi alla prova costume in modo naturale!

COSA CONSUMARE

Sicuramente nella nostra spesa non devono mancare prodotti ricchi di vitamina C (agrumi, ma anche pesche e peperoni), vitamina A (come le albicocche) ma anche alimenti con potassio, fosforo, ferro e calcio per preparare al meglio il nostro organismo al risveglio primaverile!

Da non dimenticare comunque la necessità di integrare la nostra dieta anche con altri prodotti, anche loro con la loro stagionalità, come il pesce, certe preparazioni a base di carne e gli immancabili latticini.

IL DECALOGO

Ecco quindi la lista della spesa:

  • A come ASPARAGI: povero di sodio e ricco di sali minerali, l’asparago ha proprietà diuretiche e depurative.
  • A come ACQUA: perchè non ci stancheremo mai di dirlo: siamo fatti di acqua e in questa stagione iniziamo ad espellerla, per questo è importantissimo reintegrarla.
  • B come BIETOLA: ricca di vitamina A, C e K oltreché di acido folico (che aiuta a metabolizzare il ferro), contiene molti sali minerali (calcio, magnesio e potassio) ed è ricca di fibre che migliorano l’attività digestiva.
  • C come CARCIOFI: depurativi e drenanti sono decisamente alimenti detox, soprattutto per il fegato.
  • C come CAROTE: miniera di betacarotene, che viene trasformato nel nostro organismo in vitamina A,  fondamentale per il benessere di pelle e occhi. Per aiutare l’assimilazione del betacarotene si consiglia di mangiarle crude e condite con olio extravergine di oliva.
  • C come CILIEGIE: si sa, una ciliegia tira l’altra ma ecco una buona notizia: contengono tantissimi antiossidanti e vitamine. Inoltre, cuocendo i peduncoli in acqua bollente si avrà un infuso anti-cellulite e utile per favorire la circolazione delle gambe stanche.
  • D come DATTERI: un frutto esotico che siamo soliti consumare solo a Natale, ma che andrebbe consumato tutto l’anno per le sue innumerevoli qualità benefiche, la ricchezza di vitamine, la fonte energetica e diciamocelo, il suo buon gusto.
  • E come ERBETTE: della stessa famiglia delle biete, sono un’eccellente fonte di acqua e di sali minerali. È ottimo il loro apporto di potassio, necessario per l’equilibrio idrico dell’organismo e il loro contenuto di vitamina A.

  • F come FRAGOLE: fonte di vitamina C e tra gli alimenti con valori più elevati di ORAC (Oxygen Radical Absorbance Capacity), hanno quindi una notevole capacità antiossidante. Inoltre, hanno proprietà diuretiche e hanno un effetto naturale di sbiancamento dei denti.
  • F come FORMAGGI FRESCHI: si perchè anche i formaggi possono essere di stagione: il loro gusto e la loro qualità dipende infatti da cosa mangiano gli animali, e in questa stagione mangiano erba fresca, i più fortunati anche d’alpeggio, quindi spazio a questi prodotti per tutta l’estate: robiola, stracchino, ricotta, mozzarelle ecc.
  • G come GIUGGIOLE: Un frutto dimenticato che i nostri nonni ricordano bene per la sua dolcezza. Le giuggiole sono un concentrato di salute e benessere grazie ai sali minerali che aiutano a combattere l’ipertensione. Un frutto croccante e dolce con cui realizzare tante gustose ricette.
  • I come INSALATA RUSSA: siamo soliti affiancarlo ai pranzi delle feste, ma in realtà se pensate che è fatto con verdure, quale momento migliore per consumarla se non adesso che le abbiamo fresche?
  • L come LIMONE: contiene acido citrico, citrati di calcio e potassio, sali minerali e oligoelementi quali ferro, fosforo, manganese, rame, grandi quantità di vitamina B1, B2 e B3, carotene, vitamina A e vitamina C. Il modo migliore per goderne le proprietà è spremere il succo di un limone e berlo al mattino a digiuno con dell’acqua tiepida. Questo aiuterà a rafforzare il nostro sistema immunitario (grazie alla vitamina C) e bilancia il PH.
  • L come LATTUGA: la regina delle insalate, di cui ne esistono diverse varietà, dalla iceberg alla romana, contiene  fibre e acqua ed è un toccasana per il fegato.
  • M come MELONE: Povero di calorie, ricco di minerali e dall’elevato potere saziante è un valido alleato di chi sta a dieta. È composto principalmente di acqua (circa il 90%); per quanto concerne minerali e vitamine contiene soprattutto potassio, fosforo, calcio, vitamina C e vitamina B3. Rinfrescante e dolce ideale per un dessert light ed estivo!

  • M come MELANZANE: Nota in antichità come “mela non sana” perchè non si poteva consumare cruda e pertanto erano convinti che mangiarla portasse alla pazzia, ma una volta affermatesi sono diventate insostituibili perchè: diuretiche e drenanti, ricche di vitamine e sali minerali, ricche in fibre, antiossidanti, aiutano l’intestino, stimolano la produzione di bile e… sono davvero buone e versatili in cucina.
  • N come NESPOLE: ricche di fibre, sali minerali e vitamina A, buonissime da mangiare al naturale o per preparare torte e confetture!
  • O come OLIO: l’e.v.o. è buono in tutte le stagioni, ma di sicuro lo apprezziamo di più nella stagione estiva a condimento dei vari piatti freddi o crudi: insalate, crostini, ecc.. Elencarne le qualità è uno spreco di tempo e non finiremo mai, quello che vi consiglio di fare è di sceglierne uno buono e usarlo ovunque ce ne sia bisogno, ma con parsimonia, perchè va gustato non consumato…
  • P come PATATE NOVELLE: sono le varietà più precoci di patate che vengono raccolte quando non sono ancora del tutto mature. Sono le patate che meglio di altre si adattano a cotture più salutari, quindi al forno e bollite.
  • P come POMODORI: i “pomi-d’oro” così furono chiamati nel 1500 appena arrivati in Europa, sono oggi l’ortaggio più coltivato al mondo. Usatissimi in cucina, cotti o crudi, da soli o in abbinamento, tale e quali o trasformati, insomma che estate sarebbe senza di loro? Per non parlare dei benefici: ricchi di vitamine c e K, potassio, fosforo, con effetti antiossidanti, diuretici, preventivi; insomma mi ripeto: come faremmo senza?
  • P come PISELLI: grandi protagonisti della primavera, sono molto dolci e amati da grandi e piccini. Fonte di fibre e ferro, sono tra i legumi meno calorici e più digeribili.
  • P come PESCE: capesante, latterino, merluzzo, branzino, palombo, platessa, seppie, sgombri, trote; sono davvero molti i pesci “stagionali” il cui consumo nel giusto periodo ne preserva la riproduzione, oltre a far meglio anche al nostro organismo…
  • Q come QUINOA: non un cereale ma il seme di una pianta, ritenuto dagli antichi “Inca” coma la “madre di tutti i semi”, per le eccezionali qualità.
  • R come RUCOLA: ricco di vitamina C e dalle grandi proprietà digestive, nell’antica Roma era considerata un alimento dalle incredibili virtù afrodisiache.
  • R come RAPANELLI (o ravanelli): radici colorate ricche di vitamine e sali minerali, dal sapore leggermente piccantino, fantastici crudi in insalata sia soli che in abbinamento ad altre verdure.

  • S come SPINACI: da assaporare freschi per preparare insalate alternative o nella classica versione bolliti, sono ricchi di ferro (come ci ricorda Braccio di Ferro!) ma contengono anche magnesio e fibre.
  • T come TACCOLE: una versione alternativa ai piselli, di cui si mangia anche il baccello. Per mantenere intatte le loro qualità, è preferibile non cuocerle troppo.
  • U come UOVA: non solo di cioccolato! La produzione delle uova è influenzata dalla luce solare: le galline depongono, quindi, più uova da aprile a settembre. Ottimo fritto, alla Benedict o alla coque, è un cibo economico e ricco di proteine, ma anche sali minerali e vitamine.
  • V come VONGOLE: uno dei mitili più conosciuti, usati e apprezzati, protagonisti dei classici spaghetti alle vongole consumati magari all’ombra di un’assolata giornata estiva.
  • Z come ZUCCHINE: bhè che dire, ho scoperto che o le ami o le odi, anche se sinceramente non pensavo si potessero odiare… Pratiche, veloci, versatili, abbinabili praticamente a tutti i cibi. Hanno azione rinfrescante, sono molto digeribili e contengono pochissime calorie; favoriscono il sonno, rilassano la mente e, senza far uso di tante creme, favorisce l’abbronzatura…

Ora che avete l’elenco completo dalla A alla Z (o quasi!) non vi resta che correre a fare scorta di verdure e frutti colorati e saporiti…ovviamente qui su MangioQui.it

P.S. Dimenticavo, “perchè la bicicletta nella foto dell’articolo?”…, ve lo spiego fra qualche giorno con “zaini in spalla”, da non perdere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *