Nonostante sia un argomento molto trattato negli ultimi anni, spesso girando nei supermercati si vedono ancora persone che acquistano pomodori a Natale, albicocche a settembre o meloni a Pasqua. Poi alla domanda “ma perchè acquistate quei prodotti?” La risposta lascia spesso interdetti: “perchè sono ricchi di vitamine, fanno bene e sono belli…”
Bhè, sfatiamo per l’ennesima volta questi miti:
1 – “sono ricchi di vitamine”, si è vero normalmente lo sono, ma quando sono coltivate nella giusta stagione;
2 – “fanno bene”, bha, male sicuramente non fanno, almeno direttamente, ma avete mai pensato a quanti danni provochiamo all’ambiente mangiando quel dato prodotto che per arrivare a noi è stato o forzato nelle serre riscaldate e prodotto a migliaia di km di distanza?;
3 – “sono belli”, eccoci la frittata è fatta, dal momento in cui i nostri occhi vedono qualcosa di bello e perfetto (anche troppo) lo associa subito alla perfezione, e quindi buono, giusto e sano. Ma cosa c’è di buono, giusto e sano in prodotti trattati sul campo contro le malattie, conservati nelle celle perchè non deperiscano nei lunghi viaggi e poi ritrattati per farli brillare ai nostri occhi?

Non vogliamo essere noiosi con lunghe prediche sul cosa fare e sul cosa non fare, quanto abbiamo scritto è più che sufficiente per catturare la vostra attenzione e farvi riflettere, almeno per un attimo.
Quello che invece vogliamo fare è aiutarvi a capire quali sono i prodotti adatti in ogni momento dell’anno, e per farlo senza crearvi troppa confusione, pubblicheremo mese per mese il calendario dei prodotti più buoni, giusti e sani.